Più facebook, meno stronzate

Facebook non è male.
Non è male fino a quando non si viene sommersi di test, quiz e puttanate varie.

La nuova interfaccia ha i suoi pro e i suoi contro.
Tra i pro ci metterei la semplicità di utilizzo e una visualizzazione più chiara dei contenuti.
Tra i contro invece ci metto il fatto che ora c’è una colonna che ti aggiorna in tempo reale di tutto quello che stanno facendo i tuoi amici.
E fin qui poco male.
Peccato che buona parte dei miei “amici” (le virgolette sono obbligatorie: su 914 “amici” che segna attualmente il mio contatore, un buon 30/40% non credo di averli neanche mai visti dal vivo) si diverta tantissimo a fare test e quiz del tipo:
-che giocatore della Reggina sei?
-pensi che Massimo Fiorio si masturbi?
-quale puntata della quarta serie di Scrubs sei?
-quale fratello di Georgie ti scoperesti?
-pensi che Yao Ming abbia rotto il cazzo?
-quale dito usi per toglierti le caccole dagli occhi al mattino?
-quale personaggio di Beautiful ti assomiglia?
-quale rigore, dei cinque battuti in finale contro la francia nel 2006, sei?
-quale buffa esclamazione di giubilo ami maggiormente?
-hai una vita di merda?

E non dimentichiamo la nuova pestilenza, che ha colpito buona parte degli utenti di Facebook: le top 5. Posso capire le classifiche a fine anno, le faccio pure io da quando ho un blog. Ma fare una classifica ogni due secondi e condividerla con il mondo mi sembra insano. E fastidioso.

Per quale assurdo motivo vuoi far sapere al mondo quali sono:
-i tuoi 5 dischi preferiti adesso e tra 10 minuti
-i tuoi 5 dischi preferiti che porteresti sull’isola deserta
-i tuoi 5 dischi preferiti il 4 maggio del 1992
-i tuoi 5 film preferiti quando hai fatto l’esame di terza media
-le 5 nazioni che preferisci, ma possibilmente che non abbiano il colore blu nella bandiera
-le 5 birre preferite ma che stiano sotto i 9 gradi
-i tuoi 5 libri preferiti con 143 pagine
-i tuoi 5 libri preferiti quando sei al cesso
-i 5 film che preferisci tra quelli che prevedono la morte di uno dei protagonisti entro i primi 25 minuti
-le 5 serie tv che preferisci, ma non puoi mettere Lost
-i 5 calzini a cui sei più affezionato
-i 5 videogame che porteresti sull’isola deserta senza energia elettrica o batterie
-i 5 cinema dove ti hanno fatto i pompini più soddisfacenti
-le 5 dita della mano sinistra che preferisci
-i 5 re di roma che preferisci e che non finiscono per -o

E avanti così.

Ovviamente ognuno è libero di utilizzare facebook nel modo che ritiene opportuno.
Io sono altrettanto libero di insultare, incazzarmi, sbroccare.
E utilizzare facebook a modo mio, ovvero come semplice strumento per restare in contatto comodamente con persone a cui tengo o con cui lavoro.

Ma vogliamo poi parlare degli album dei cani che cercano padrone?
Al primo che ho visto ho pensato “povero cagnolino”.
Al secondo “mmm…”.
Al terzo “che due palle”.
Al quarto “BASTA!”.
Al quinto ho augurato la morte al cane.
Dal sesto in poi ho augurato una morte violenta al cane o al gatto in questione e a tutti i cani e gatti del mondo. Grazie a tutti per avermi fatto odiare bestie che prima adoravo (i cani).

E i cani vivi usati come esche per gli squali?
Ma ben venga!
Speriamo siano gli stessi cani degli album “Billy cerca un padrone”, “Lillo è tanto tenero e dolce”.

Ok, la smetto di lamentarmi.

Ah, Massimo Fiorio si masturba.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...