Due giorni unplugged

Due giorni per staccare la spina. Dal caldo, principalmente.
Due giorni in montagna. E io odio la montagna, ma sticazzi.
Due giorni in Val di Funes con gli amici storici, che son sempre quelli da almeno 25 anni.
Due giorni per prendere una tonnellata di sole e aria buona. E mangiare come merde.
La cosa che più mi terrorizza è la “camminata” in programma per domenica mattina.
“In due ore e mezza siamo al rifugio, pranzo, e poi torniamo indietro”.
Cinque ore di camminata. Come minimo.
Non ho nemmeno le scarpe adatte.
Anzi, probabilmente andrò con i sandali della timberland, ovvero la cosa più simile ad un paio di scarpe da trekking presente in casa Fiorio.
E un paio di normalissime sneakers.
Con la suola presumibilmente liscia come la fica di Paris Hilton.
La partenza è prevista per domattina alle sette.
Ancora non mi è chiaro il programma della giornata di sabato, a parte le tre ore per arrivare a destinazione. E il fatto che dovrò condividere la stanza con il Bose, “perchè siete gli unici due che russano”.
Insomma, ci si risente lunedì.
Anzi no, lunedì sarò a Milano per registrare una nuova canzone canadians con Vitto e Chri, e poi in serata faremo ritorno a Verona per le prove.
Insomma, martedì sarò un cadavere.
Evviva.
Voi ricordatevi di guardare Hung.

One thought on “Due giorni unplugged

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...