A volte le poste non hanno colpe

La fretta sì, invece.
E pure l’idiozia.
Vado in posta.
Devo inviare un pacco.
Un router, per la precisione.
Compilo la scheda per inviarlo come pacco celere, o ordinario, non ricordo.
Quello da 7 euro, per capirsi.
Non sto lì a leggere, l’ho fatto mille volte, ho mille cose da fare e sono in ritardissimo, etcetc.
Metto l’indirizzo del destinatario, quello del mittente, compilo tutto, consegno, pago, torno a casa.
Cinque giorni dopo quel pacco viene recapitato a casa mia.
Ho speso 7 euro per inviarmi un pacco da solo!
Ringrazio comunque il tizio della posta, evidentemente ancora più indaffarato del sottoscritto, visto che difficilmente un pacco può partire da San Bonifacio e recare come mittente un indirizzo di Brescia, e lui non ha detto uno stracazzo.
Due persone intelligenti si sono incontrate, quella mattina.
Comunque cinque giorni per fare 200 metri, quel pacco…

3 thoughts on “A volte le poste non hanno colpe

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...