2 thoughts on “Due parole con Paolo

  1. U-station, U-generation… e infatti, sta intervista sembra una macchietta dell'Italia di oggi. U-na merda. superficialita' e incompetenza trionfano senza vergogna. mi riferisco all'intervistato ma anche all'intervistatore… il primo minuto soprattutto lo proporrei come spaccato di un fenomeno sociologico, un perfetto hippie verdoniano rivisitato al 2009. Molto interessante seguirti, sei materiale prezioso… cioe' cioe' diciamo promo web cioe' fanzine cioe' diciamo cool

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...