Scriviamo al ministro Bondi?

Direi di sì.
Dopo aver letto questa notizia mi sembra corretto, nei confronti dello Stato Italiano e della Siae, inviare questa mail.

L’indirizzo a cui scrivere è bondi_s@posta.senato.it

Io ho scritto quanto segue, voi potete sbizzarrirvi, o riportare pari pari la mia mail, se preferite.

Oggetto: Per il poeta Bondi

Gentile poeta Sandro,
visto che stai tassando (posso darti del tu, vero?) tutti i dispositivi dotati di memoria, ti consiglio di tassarmi il cervello, perchè spesso mi trovo a canticchiare canzoni mentre passeggio, mentre piscio, mentre mi faccio la doccia, e altrettanto spesso mi trovo a ricordare scene di qualche film o telefilm, spesso recitando i dialoghi a memoria.
La Siae merita anche questi ulteriori spiccioli, visto che evidentemente la vita da parassita che svolge da sempre non è sufficiente.
Nell’augurarti una vita molto difficile e orribile, ti lascio con un haiku.

Un poeta pelato
Feci
Mangiare

Addio.
ps: se riesci, gira questa mail alla siae o fammi un retweet, ok? Salutami lo sfregiato.

6 thoughts on “Scriviamo al ministro Bondi?

  1. tsk, tsk. Haiku impuro, il vostro.Ci stavano ancora ben cinque sillabe… e in cinque sillabe se ne può dir di roba :o)ossequi e grazie per la compagnia che mi tenete.Claudio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...