Minus

Ho scoperto un nuovo sito simile a Dropbox in cui è possibile caricare tutto quel che desiderate.

Si parte da 10gb e, per ogni persona che fate iscrivere, vi regalano un giga, fino ad un massimo di 50gb totali.
Ci sto smanettando da qualche ora e ho notato alcune cose molto interessanti.
Ad esempio, è possibile “followare” la gente e poter godere quindi del materiale che mettono a disposizione (cartelle e file possono essere pubblici o privati).
Potete permettere ai vostri amici, con un comodo link, di caricare i loro file in una vostra determinata cartella (utile se state raccogliendo materiale su un determinato argomento).
È anche possibile “embeddare” i file in siti esterni e monitorare la quantità di download per ogni singolo file.
Insomma, si possono fare molte cose.
Qui per iscrivervi.

Gli sconti furbi

Repubblica permette di acquistare un ipad2 con 100 euro di sconto.

Dove? Qui.
Facciamo due conti (analizzando l’offerta su ipad2 32gb wifi+3g).
Se vado in negozio lo pago 699 euro.
Con l’offerta di Repubblica lo pago:
699 – 100 (lo sconto) + 180 (il costo dell’abbonamento a Repubblica per iPad) = 779 euro.
Secondo me sarebbero stati più onesti se avessero detto: se compri l’ipad da noi l’abbonamento a Repubblica per iPad ti costa solo 80 euro invece di 180.
Punti di vista.
Rilancio: se acquistate (in un’unica soluzione) 100 copie del disco nuovo dei Lava Lava Love da qui vi regalo un ipad2 32gb wifi+3g.
Sono serio, eh.

Le piccole librerie

Un esempio rapidissimo per spiegarvi quanto le piccole librerie non abbiano nulla da invidiare alle grandi catene.

Location: piccola libreria a San Bonifacio (VR).
Cosa: una vetrina composta esclusivamente di libri del genere thriller (quindi le ultime novità da mezzo mondo).
Fun fact: tutti i libri esposti sono, appunto, di genere thriller. Lo si capisce dai titoli, dai sottotitoli, dalla trama, dal buongusto nella scelta di alcune copertine. Tutti. Tranne uno.
Nell’angolo in basso a sx c’è “Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve”.
Mi immagino il ragionamento del piccolo libraio: scrittore svedese, sarà sicuramente un thriller, mettiamolo qui.
Ecco, la legge anti-sconti e salva-librerie ci permetterà di farci consigliare, negli acquisti, anche da gente così.

LAVA LAVA LOVE – A bunch of love songs and zombies

Andiamo subito al dunque: da oggi è possibile acquistare il nostro nuovo album in formato digitale (.mp3, .wav, .aiff, .flac) anche su bandcamp.

Metà di tutti gli incassi andrà all’Associazione Bambino Emopatico Oncologico di Verona.
Qui sotto potete ascoltare il disco.
Per chi lo acquisterà: un video esclusivo di “Another Happy Song”, i testi delle canzoni e una bonus track (acquistabile anche a parte, per chi avesse già il disco).
C’è il pulsante “share”, usatelo abbondantemente, assieme al pulsante “buy”.

I comunicati stampa

Se in un comunicato stampa per un disco non metti qualche band di riferimento, molti giornalisti vanno nel panico.

Per il secondo disco dei Canadians avevamo fatto un esperimento, dopo che per il primo album il 97% dei giornalisti nelle recensioni aveva citato le band inserite nel nostro comunicato stampa.
Abbiamo inserito band a caso o che comunque poco avessero a che spartire con il lavoro effettuato in studio sia in fase compositiva che di scelta dei suoni.
E magicamente i nomi di tali band sono usciti nelle recensioni, come influenza importante per la band e cose simili.
Per il comunicato dei Lava Lava Love le uniche band citate sono Canadians e Fake P.
E non sono state citate come “influenza musicale”, ma semplicemente come dato biografico, del tipo “ehi, due di noi suonano anche nei Canadians, e due nei Fake P”.
Risultato: nelle recensioni vengono citati (per ora) solo Canadians e Fake P come band di riferimento.
Un aiuto per chi dovrà scriverne prossimamente: Beatles, Smashing Pumpkins, Metric, Motorhead, Neil Young, Queen, Rilo Kiley.
E no: non ho scelto band/artisti a caso, questa volta.
E comunque adoro le recensioni in cui si parla del disco senza per forza citare altri artisti.
PS: usate i pulsantini qui sotto per spammare queste parole, se vi va.