Il marciapiede

Stamattina una vigilessa mi ha preso per un braccio per farmi scendere da un marciapiede.
Sì, ero in bici sul marciapiede. Da due metri, perché o salivo su quell’angolo di marciapiede in piazza 5 giornate o mi facevo investire da (a scelta): un camion, un taxi, una moto, un tram, una biga. Avrei percorso circa 4 metri sul marciapiede, per poi scendere in corso XXII marzo e rischiare nuovamente la vita.
Grazie al gentile intervento della paladina della giustizia ho fatto solo 2 metri sul marciapiede.
Poi però mi son fermato per dirle che magari la prossima volta il mio braccio non lo dovrebbe toccare, perché non mi piace essere toccato dagli estranei e non mi piace che mi telefoni qualcuno di cui non ho il numero in rubrica. Al suo accenno di protesta sono ripartito, e prova a prendermi la targa, dai, provaci!

Comunque dalla settimana prossima girerò in scooter, quindi addio marciapiedi.

PS: lo so che non posso andare sul marciapiede, eh. Ma a volte preferisco andare sul marciapiede piuttosto che morire, visto che le piste ciclabili un po’ ci sono e un po’ vaffanculo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...